Medici per Covid-19

Perché invecchiare?
Gravidanza e parto ai tempi del coronavirus

Medici per Covid-19

8 aprile: partenza destinazione sconosciuta
9 aprile: Liguria

Ho scelto di partire con la Protezione Civile spinta da una reale voglia di essere utile e di partecipare a questa straordinaria emergenza. Ho avuto paura prima di partire non lo nego, ma chi non l’avrebbe! I mass media hanno sempre riportato in maniera rude e cruenta una situazione che pero’ era reale.
Quando sono arrivata nella regione assegnatami devo dire che la paura è passata perche’ ho capito che oggi esiste la possibilità di proteggersi.
Anche se la partenza è stata un po’ teatrale accompagnata dagli inutili discorsi politichesi del nostro ministro, ho lasciato a casa una vita scandita ormai da ritmi sempre uguali e sempre piu’ solitari, per arrivare in un territorio dove era appena passato uno tsunami di portata inaspettata con una tale inaudita ferocia che non ha risparmiato nessuno.
Mi ha spinto comunque un reale sentimento di partecipazione e solidarieta’ per chi era veramente in difficolta’ e le immagini che girano sul web sono una testimonianza veritiera. Racconto sempre a chi mi chiede che una delle cose che mi ha colpito di piu’ e’ stato ritrovare sulla scrivania dei miei colleghi le gocce per dormire la notte perche’ con quello che hanno vissuto chiudere gli occhi per addormentarsi era impossibile. Ho conosciuto persone eccezionali, tra cui il nostro capo della protezione civile dottor Borrelli che non si risparmia mai, ho conosciuto persone che hanno avuto paura e persone che hanno coraggiosamente preso in mano la situazione. Ho vissuto con loro una esperienza profonda e toccante e non nego mi dispiace sia durata solo tre settimane.
Questi colleghi si sono dimostrati dei guerrieri incredibili perche’ hanno lavorato incessantemente per settimane senza prendersi un giorno di riposo e continuano ancora oggi a lavorare con devozione.
Spero di essergli stata anche solo un po’, utile.
Spero che un domani qualcuno riconoscera’ la loro sofferenza, la loro caparbieta’ e tenacia spero che qualcuno li premiera’ per la loro resistenza ed abnegazione, a loro dico grazie ed e’ grazie a loro che ora non ho piu’ paura.

Cristiana, uno dei Medici per Covid-19

Comments are closed.