Ecografia Ostetrica 3° Trimestre

ECOGRAFIA OSTETRICA DEL III TRIMESTRE

Gli scopi per il quale tale accertamento viene proposto ed effettuato sono la valutazione della crescita fetale, della quantità di liquido amniotico e della localizzazione placentare.

Anche questo esame non e’ obbligatorio tanto che alcune regioni lo hanno eliminato dai livelli minimi assistenziali nelle gravidanza a basso rischio. Viene eseguito per la valutazione dell’accrescimento del feto di cui si effettuano misurazione di diversi segmenti, confrontati con quelli delle curve di riferimento per valutare se corrispondono a quelle attese per l’epoca di gravidanza. In questo stesso periodo si rende necessario la valutazione della posizione della placenta per escludere una sua previetà, la quantità di liquido amniotico ed alcuni organi fetali.

È possibile che sia limitata da una posizione fetale sfavorevole. Nel caso in cui venga evidenziato un reperto sospetto sara’ mia premura discuterne a lungo con la paziente. Il riconoscimento delle malformazioni non è un obiettivo specifico dell’ecografia del terzo trimestre perche’ lo sviluppo del feto raggiunto nel corso dell’ultimo trimestre generalmente non consente un completo studio della sua anatomia. La crescita è un fenomeno dinamico per cui una certa percentuale di ritardi o di eccessi di crescita fetali o variazioni della quantità del liquido amniotico non sono rilevabili.

Tale esame nei casi a rischio o qualora vi sia una indicazione specifica possono essere associati alla valutazione del flusso ematico tra madre e feto attraverso la FLUSSIMETRIA.