Ecografia Ostetrica 2° Trimestre

ESAME MORFOLOGICO DEL FETO, ECOGRAFIA DI SCREENING DEL II TRIMESTRE
PER LA VALUTAZIONE DI ANOMALIE FETALI


Si suggerisce di effettuare tale indagine fra 19 e 21 settimane compiute di età gestazionale.

Gli scopi di tale accertamento sono: 1. il controllo della vitalità del feto 2. Il controllo dell’anatomia e dello sviluppo 3. la valutazione della quantità di liquido amniotico e della localizzazione placentare.

Si sottolinea che tale esame ecografico è consigliato ma non obbligatorio. Questa procedura consente di ottenere la misura di alcune parti del corpo del feto e la struttura dei principali organi e distretti anatomici. A volte l’esame non può essere effettuato in modo esaustivo a causa di una posizione fetale persistentemente sfavorevole o della cattiva visualizzazione di alcuni organi (es. stomaco o vescica vuoti).

Qualora si rendesse necessaria una valutazione ulteriore per approfondire un sospetto diagnostico si deve eseguire l'ecografia diagnostica presso il mio studio o presso un centro di riferimento nazionale per lo studio delle anomalie fetali. Peraltro in un buon numero di casi un reperto sospetto all’ecografia di screening può rivelarsi non patologico all’esame di approfondimento.

A parte rare eccezioni, non esistono anomalie che sono individuabili sempre e con certezza. L’esperienza finora acquisita suggerisce che l’esame ecografico effettuato per lo screening tra 19 e 21 settimane consente di identificare dal 20 al 50% delle più rilevanti malformazioni congenite. Non è compito dell’ecografia di screening del II trimestre l’individuazione delle anomalie genetiche (cromosomiche e non).

II TRIMESTRE4
II TRIMESTRE5
II TRIMESTRE6
II TRIMESTRE7